Organizzazione: F.lli Baldoni Flavio & C.  S.n.c. - Via G. Tavoni n. 952 - 41056 Savignano sul Panaro - P.I. e C.F. 00509640363

Seguici con:

Casella di testo: ASSOLUTAMENTE SI
Il cinema da non perdere

RASSEGNA FILM
15-17-18/01 BLACKKKLANSMAN
22-24-25/01 DISOBEDIENCE
29-31/01 01/02 TRE VOLTI
05-07-08/02 ROSSO ISTRIA (RED LAND)
VENERDI’ POMERIGGIO RASSEGNA CON THE
Dalle  ore 17,30  alle ore 18,00 The e Biscotti offerti al pubblico presente.

IN COLLABORAZIONE CON

W. K.

Weekend Kids

Tutti i Weekend Proiezione film per ragazzi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per gli orari di proiezione clicca qui

Per saperne di più clicca qui

Via G. Tavoni, 952Ponte di Vignola

Formica di Savignano sul Panaro - Modena

Segreteria automatica 059/775510 Telefono/fax 059/7520158

———————————————-

PRENOTAZIONI

 

Casella di testo: CINEMA BRISTOL
Multisala

Focus on

 

Giovedì, 17 gennaio

UNBREAKABLE, SPLIT E ORA GLASS. DC COMICS AQUAMAN. MOSCHETTIERI BRANCALEONE. NON CI RESTA CHE IL CRIMINE RITORNO AL PASSATO. NELLA RETE, RALPH SPACCA INTERNET

RASSEGNA ASSOLUTAMENTE SI’ BLACKKKLANSMAN E DISOBEDIENCE

Dopo Unbreakable e Split, l’incredibile showdown di Shyamalan: Glass. Jason Momoa veste i panni di Arthur Curry, in una guerra sottomarina per il trono. Regia di James Wan, Aquaman. Gassmann, Giallini, Leo e Tognazzi sulle orme della Banda della Magliana, Non ci resta che il crimine.  Giovanni Veronesi dirige la penultima missione degli eroi di Dumas: Favino, Mastandrea, Papaleo e Rubini Moschettieri del Re. Attenti a Ralph che stavolta Spacca Internet in una nuova produzione Disney.

Per la nostra rassegna dedicata al cinema di qualità, Assolutamente sì – Il cinema da non perdere Spike Lee ci racconta l’incredibile storia vera di Ron Stallworth agente di polizia nero infiltrato nel Ku Klux Klan: Blackkklansman e Disobedience Due straordinari ritratti femminili dipinti da Sebastiàn Lelio: dall’omonimo best seller di Naomi Alderman, per esplorare il tema della libertà personale

      

UNIVERSO SHYAMALAN

Per gli orari di proiezione clicca qui

Unbreakable.Split.Glass.

Tre singole parole, tre supereroi.

Che fossero in qualche modo intrecciati lo scoprimmo, con enorme sorpresa, al termine di Split, film che servì a Shyamalan per introdurre in questo suo “universo” alternativo le innumerevoli personalità incarnate da un James McAvoy letteralmente mostruoso (e non solo quando, finalmente, la Bestia prende il sopravvento sul resto dell’Orda).

Bastò la fugace apparizione finale di David Dunn (Bruce Willis) per intuire che qualcuno, un domani, si sarebbe messo sulle sue tracce per tentare di fermarlo.

Ma era altrettanto inevitabile che sullo sfondo di questo irrimandabile incontro, quello tra due personaggi con caratteristiche sovrumane, non spuntasse la sagoma della “mente suprema”, quella dell’uomo di vetro (“ma chiamami Mr. Glass”), Elijah Price (Samuel L. Jackson)…

Rivelare come (e perché) si ritrovano tutti e tre insieme, in un istituto psichiatrico giudiziario, sotto il controllo dell’accogliente dottoressa Staple (Sarah Paulson), è inutile...

 

raLPH, VANELLOPE E INTERNET

Per gli orari di proiezione clicca qui

“Siamo in Internet!”. E cosa è mai questa stregoneria? Alla volta di ebay per comprare un volante nuovo per l’arcade di Sugar Rush così da evitare che il signor Litwak si sbarazzi del gioco, Ralph e Vanellope nel sequel di Ralph Spaccatutto si avventurano in quello che per loro è un mondo nuovo e sconosciuto.

 Per la prima volta l’universo in cui si muovono Ralph e Vanellope coincide con quello umano, sebbene virtuale: che conseguenze potranno avere le loro azioni sul mondo esterno? Ma soprattutto: che effetto avrà il mondo esterno su di loro?

Il film è, oltre che tecnicamente encomiabile per il lavoro eseguito dal team guidato da Rich Moore e Phil Johnston, decisamente godibile sia per un pubblico adulto che per un pubblico di bambini. I genitori coglieranno senza dubbio più riferimenti e sorrideranno (anche amaramente) delle folli dinamiche del World Wide Web, ma anche ai più piccoli non farà male guardare Internet con un occhio “esterno”.

 

Romanzo criminale, ritorno al futuro!

Per gli orari di proiezione clicca qui

Commedia, fantasy, noir, action movie. Tutto questo troviamo in Non ci resta che il crimine, che  Massimiliano Bruno ha realizzato, grazie alla scrittura di  Nicola Guaglianone, sceneggiatore fra i più desiderati del momento, specializzato nella sopraffina arte della contaminazione di generi. Davanti alla macchina da presa duettano Marco Giallini e Alessandro Gassmann

Il "non ci resta" del titolo richiama immediatamente alla memoria la celebre commedia di (e con) Roberto Benigni e Massimo Troisi, storia di un salto nel passato di due amici, precipitati alla fine del 1400. Qui i compagni d'avventura sono tre (c'è pure Gianmarco Tognazzi), e anche loro tornano indietro nel tempo, ma solo di 36 anni, venendo misteriosamente catapultati nell'anno dei Mondiali di Spagna.
Ma più che di
Paolo Rossi, Zico, e Rummenigge, nel film si parla di un altro "mito" dell'epoca, la Banda della Magliana, organizzazione criminale coinvolta nelle più grandi scelleratezze del periodo e reintrodotta prepotentemente nell'immaginario collettivo all'indomani della pubblicazione del romanzo di Giancarlo De Cataldo "Romanzo criminale" e della sua trasformazione prima in film e poi in una serie tv. Gli sfigati Moreno (Giallini), Giuseppe (Tognazzi) e Sebastiano (Gassmann) sono degli intenditori della Banda, tanto che organizzano un tour nei luoghi della Capitale in cui "bazzicavano", fra gli altri, Franco Giuseppucci, Maurizio Abbatino e Renatino De Pedis. Proprio quest’ultimo è fra i personaggi più di rilievo di Non ci resta che il crimine e ha il volto di Edoardo Leo.

E il tempo, proprio come in Ready Player One di Steven Spielberg, sono gli anni '80, spremuta di cultura pop che per il maestro USA passava attraverso le meraviglie dell'universo videoludico, oltre che del cinema, mentre qui è Alan Sorrenti che incontra i Clash, Rambo che va a braccetto con le figurine dei calciatori e con i ghiaccioli che costavano 100 lire e duravano 100 minuti o forse più.

 

TRENT’ANNI DOPO

Per gli orari di proiezione clicca qui


D’Artagnan è il solito guascone sciupafemmine, ma il ginocchio non è più quello di una volta e pure la spalla fa male. Athos continua a fare il libertino “ambidestro”, ma oramai anche per uno come lui “la fatica supera il piacere”. Aramis ha pure lui i suoi acciacchi, anche spirituali, mentre Porthos, che si è fatto “mazzu mazzu”, magro magro, non è depresso ma “triste e stanco, che è diverso”, e affoga i dispiaceri nel laudano.

Insomma, trent’anni (d’inattività) hanno lasciato le loro tracce in ognuno di loro; eppure, tra mille difficoltà e ruggini vecchie e nuove, i Moschettieri devono lo stesso affrontare una nuova missione (li ha voluti la Regina Margherita Buy, sempre pedinata dalla maliziosa ancella Matilde Gioli).

 Da molto tempo il regista Giovanni Veronesi desiderava portare al cinema questa storia. Il primo momento in cui l'idea gli balenò nella testa erano ancora gli anni 80 e già aveva chiaro chi sarebbero stati i suoi attori se l'avesse realizzato all'epoca: Francesco Nuti, Roberto Benigni, Massimo Troisi e Carlo Verdone. Ci sono voluti dunque trent'anni affinché Veronesi riuscisse a realizzare il suo desiderio, raccontando una sorta di supereroi del passato e omaggiando al contempo capolavori della commedia all'italiana. Moschettieri del Re infatti non cela di ispirarsi direttamente allo spirito e alle goliardate di Amici miei e di Brancaleone alle crociate. Curiosamente, Veronesi ha trovato il co-sceneggiatore del film su Twitter. Nicola Baldoni è un professore di storia di cui Veronesi seguiva l'ironia dei suoi tweet. Dopo averlo conosciuto di persona, il regista gli ha proposto di scrivere insieme a lui il copione di questo film, primo lavoro in assoluto da sceneggiatore di Baldoni.

 

 

Un nuovo re e il potere del tridente

Per gli orari di proiezione clicca qui

Nato dall'unione del papà guardiano di un faro e di Atlanna (Nicole Kidman), atlantidea ribelle, Arthur (Jason Momoa) è dotato di poteri e forza straordinari, specie nell'elemento acqua. Convinto che il popolo sommerso abbia giustiziato sua madre per aver dato alla luce un bastardo, non vorrebbe accettare il suo destino di re di Atlantide, trono usurpato dal fratellastro Orm (Patrick Wilson). La bella Mera (Amber Heard) e il suo mentore Vulko (Willem Dafoe) gli faranno cambiare idea?

Aquaman è un supereoe della DC Comics, la risposta acquatica al principe Namor, il Sub-mariner della Marvel, nato due anni prima di lui.
Creato da
Paul Norris e Mort Weisinger, il personaggio ha debuttato nel numero 73 di More Fun Comics nel novembre 1941 e col tempo si è conquistato sempre più spazio, fino a diventare protagonista di una collana a lui dedicata e uno dei fondatori della Justice League. Chiamato anche Orin, poi Arthur Curry, è legato come il suo corrispettivo Marvel al regno di Atlantide.

 

 

 

 

 

Speriamo di assicurarvi Buon Divertimento con le nostre proposte cinematografiche.

 E lo spettacolo continua...

+39 3806352988

Le prenotazioni non danno diritto al posto assegnato. Le prenotazioni telefoniche si ricevono dal lunedì al venerdì dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Tramite Whatsapp, SMS e e-mail si possono invece effettuare in qualsiasi momento con il solo limite di un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. I posti non sono numerati.

Casella di testo: Casella di testo: Agiscuola Emilia Romagna
Il cinema incontra la scuola

Proiezioni mattutine per le classi scolastiche
Per saperne di più clicca

qui

Casella di testo: Do you speak english?
V. O.
Versione originale
Tutti i Lunedì Proiezione film in lingua originale
(con sottotitoli 
in italiano)


Lun. 14/01 
n.d.
Casella di testo: Parlez vous francais?
Casella di testo: Hablar espanol?
Casella di testo: Sie sprechen Deutch?