Organizzazione: F.lli Baldoni Flavio & C.  S.n.c. - Via G. Tavoni n. 952 - 41056 Savignano sul Panaro - P.I. e C.F. 00509640363

Seguici con:

Casella di testo: ASSOLUTAMENTE SI
Il cinema da non perdere

RASSEGNA FILM
24-26-27/09	FELIX PEDRO… SE SOLO SI 			POTESSE IMMAGINARE
01-03-04/10	CAFARNAO
08-10-11/10	IL VEGETARIANO
15-17-18/10	GRANDI BUGIE TRA AMICI
22-24-25/10	SARAH & SALEEM
05-07-08/11	SOLO COSE BELLE
12-14-15/11	TUTTI PAZZI A TEL AVIV
19-21-22/11	LE VERITA’
VENERDI’ POMERIGGIO RASSEGNA CON THE
Dalle  ore 17,30  alle ore 18,00 The e Biscotti offerti al pubblico presente.

IN COLLABORAZIONE CON

W. K.

Weekend Kids

Tutti i Weekend Proiezione film per ragazzi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per gli orari di proiezione clicca qui

Per saperne di più clicca qui

Via G. Tavoni, 952Ponte di Vignola

Formica di Savignano sul Panaro - Modena

Segreteria automatica 059/775510 Telefono/fax 059/7520158

———————————————-

PRENOTAZIONI

 

Casella di testo: CINEMA BRISTOL
Multisala

Focus on

 

Martedì, 10 settembre

IL RE LEONE, IT CAPITOLO 2, MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI: TRE GENERI, TRE FILM COMPLETAMENTE DIVERSI, MA CON UN COMUN DENOMINATORE, LA DIFFICILE ETA’ DELL’ADOLESCENZA, LA NECESSITA’ DI CRESCERE E TROVARE IL PROPRIO POSTO NEL “CERCHIO DELLA VITA”.  ANCORA GERARD BUTLER IN ATTACCO AL POTERE 3.

LA NOVITA’ DELLA SETTIMANA E’ ANGRY BIRDS 2 - NEMICI AMICI PER SEMPRE.

PROIEZIONE IN LINGUA ORIGINALE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO: LUNEDI’ 16 SETTEMBRE IT CHAPTER 2.

ATTESISSIMO TARANTINO. DAL 18 SETTEMBRE C’ERA UNA VOLTA A HOLLYWOOD

L’innocenza se ne va presto, al suo posto gli incubi, i mostri che al tramonto escono allo scoperto. Andy Muschietti riporta sullo schermo il clown Pennywise: It Capitolo 2. Presentato alle Giornate degli Autori di Venezia 76, dal libro omonimo di Giacomo Mazzariol, una fiaba moderna che strappa il sorriso, ma allo stesso tempo,.una storia vera potente, umana, tra amicizie, affetti e un’adolescenza appena cominciata e già, apparentemente, insormontabile: Mio fratello rincorre i dinosauri. Non c’è niente di meglio di un avversario comune per unire dei nemici giurati; attualissimi i pennuti arrabbiati ed incapaci di volare e i maialini verdi di Angry Birds 2: Nemici amici per sempre. Continua il successo della riproposizione in "photo real" firmata Jon Favreau del classico Disney, Il re leone. L'effetto è sorprendente… e commovente. Attacco al Potere 3, Mike Banning-Gerard Butler diventa un sospettato di tradimento in fuga.

E dal 18 settembre (è mercoledì ma per l’occasione siamo aperti e anticipiamo il giorno di riposo a martedì 17) C’era una volta a... Hollywood. Quentin Tarantino realizza il suo film dei sogni.

 

 

Come gli avengers

Per gli orari di proiezione clicca qui

Costretti a lottare uniti contro un nuovo nemico nel secondo capitolo della serie animata Angry Birds che si ispira all'omonimo videogame. Una nuova minaccia mette in pericolo sia l'isola dei pennuti arrabbiati che quella dei maiali, loro nemici giurati. Dovranno unire le loro forze per sconfiggere Zeta, un misterioso uccello viola proveniente da un'isola ghiacciata, che insieme al suo esercito ha intenzione di distruggere le isole, portando un eterno inverno con la tecnologia criocinetica. Per evitare un destino congelato Birds e Pigs stringono un'alleanza: Red, Chuck, Bomb e Grande Aquila si uniranno alla squadra dei maialini formata da Leonard, il suo assistente Courtney e il tecnologico Garry. La supersquadra cercherà di salvare le penne - in tutti sensi - grazie anche all'aiuto della sveglia Silver, sorella di Chuck.

 

IL RE LEONE “2.0”

Per gli orari di proiezione clicca qui

Erede al trono di papà Mufasa (voce di Luca Ward), il piccolo leoncino Simba si ritiene responsabile della morte di quest'ultimo, ma è un complotto ordito dallo zio Scar (Massimo Popolizio). Fuggito lontano in preda ai sensi di colpa, Simba diventa adulto (con la voce di Marco Mengoni) abbracciando una filosofia spensierata, inculcata in lui dal suricata Timon (Edoardo Leo) e dal facocero Pumbaa (Stefano Fresi). Almeno finché l'amata leonessa Nala (Elisa) non lo troverà e lo spronerà a riprendersi il regno…

Tecnicamente Il re leone è uno spettacolo non solo di altissimo livello, ma anche più disneyano di quanto si possa pensare. In vita Walt Disney fece dell'osservazione della natura il soggetto del suo cinema attraverso un'animazione mimetica del reale, ossessiva nella sua plausibilità (si veda Bambi).  La computer grafica dell'inglese Moving Picture Company ricompie il miracolo.

Potremmo dire quindi Disney dentro Disney, cartone animato dentro a real action. Aldilà dell’innovazione tecnologica viene mantenuta l’anima pedagogica, si respirano atmosfere shakespeariane, ci si interroga sul “grande cerchio della vita”, sulla difficoltà di crescere, sulla ricerca della propria identità. La Rupe dei Re resta un simbolo di integrità morale, usurpata da un malvagio zio e dal suo esercito di tirapiedi. La poesia rimane intatta, e si aggiorna.

 

27 ANNI DOPO

Per gli orari di proiezione clicca qui

Per Mike non c'è alcun dubbio: 27 anni dopo la prima sconfitta, rispettando un inquietante ciclo di rinascita, il malefico IT, sotto le sembianze del clown Pennywise, torna a colpire a Derry. Mike chiamerà a raccolta il Club dei Perdenti, disperso per gli Stati Uniti: Bill, Ben, Eddie, Richie, Beverly e Stan non potranno non reagire a una nuova chiamata alle armi. Capire come farlo sarà però difficile e soprattutto doloroso.

Come noto il monumentale romanzo di Stephen King del 1985, si sviluppava intrecciando due piani temporali, cioè il passato dei protagonisti da ragazzini, in quella lontana nodale estate della loro vita, con il presente degli stessi protagonisti ormai adulti. E questa era in gran parte la sua forza.  Muschietti ha invece deciso di dedicare il primo atto al passato e questo secondo atto al presente, con una divisione netta. Nonostante ciò lo struggente corto circuito tra passato e presente rimane.

IT è di certo un'esperienza horror, ma liquidarla nella minaccia iconica di Pennywise significa sminuire la forza titanica dei suoi contenuti.

Al di là però del lato oscuro, c'è qualcosa di meno evidente e più straziante nella più celebre creazione di King: l'idea che l'orrore sia anche nella "dolce condanna" dell'essere umano ad affrontare il tempo che scorre inesorabilmente verso la dissoluzione. E' l'orrore di una vita dove non c'è posto per consolazioni religiose e dove amore e amicizia, possibilmente puri e istintivi come quelli che si creano in età infantile e adolescenziale, sono l'unico palliativo a un incubo senza fine, dove altrimenti vagheremmo disperati e senza bussola, facili prede di Pennywise.

 

WONDER E PIU’ DI WONDER

Per gli orari di proiezione clicca qui

Qualche anno fa Giacomo Mazzariol ha scritto un libro, Mio fratello rincorre i dinosauri, che ha conquistato con il passaparola tanti lettori appassionati. Una storia di formazione che sembra un romanzo, ma in realtà racconta di Giovanni, il fratello di Giacomo, e di come abbia cambiato la vita all’autore, attraverso gli anni necessari a entrare in pieno nel suo mondo di ragazzo con la sindrome di down. Una formazione doppia, insomma, quella dei due fratelli, e in generale di una famiglia numerosa - ci sono anche due sorelle - nello scenario della provincia padana. 

Questa storia, piena di voglia di vivere la propria individualità senza condizionamenti sociali, diventa ora un film diretto da Stefano Cipani ambientato un centinaio di chilometri più a sud, dal Veneto alla provincia bolognese, sempre in piena pianura. Un film di genere, dedicato alle famiglie, di quelli che il cinema italiano sembra aver dimenticato e che spesso viene liquidato frettolosamente dalla critica. Una distrazione che può colpire solo chi non frequenta le sale e la fame di film che coinvolgano padri e figli. E’ stato definito il Wonder italiano, ma forse è qualcosa di diverso e di “più”

Mio fratello rincorre di dinosauri è un titolo così bello che ha il lusso di essere vero. Non inventa nulla, il film come il libro, ma racconta una storia che non ha paura di far bene a chi la guarda, di ogni età. Un antidoto liberatorio contro il cinismo gratuito di questi tempi, dedicato a chi ancora pensa che i dinosauri siano estinti.

 

IL CINEMA PUO’ SALVARE IL MONDO?

Per gli orari di proiezione clicca qui

Los Angeles, 1969. Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski, è la nuova vicina di Rick Dalton, star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth, stuntman che si è fatto (e rotto) le ossa nei western girati a Spahn Ranch. Controfigura e chauffeur di Dalton, Cliff vive in una roulotte con una cane disciplinato e fedele proprio come lui che da anni ammortizza le cadute e i rovesci dell'amico. E l'ultimo scacco costringe Rick e il suo doppio a traslocare dall'altra parte dell'oceano per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.

L’amore di Tarantino per il cinema di Hollywood all’epoca città del cinema senza concorrenza. Nelle stagioni a venire molto sarebbe cambiato.

 

Speriamo di assicurarvi Buon Divertimento con le nostre proposte cinematografiche.

 E lo spettacolo continua...

+39 3806352988

Le prenotazioni non danno diritto al posto assegnato. Le prenotazioni telefoniche si ricevono dal lunedì al venerdì dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Tramite Whatsapp, SMS e e-mail si possono invece effettuare in qualsiasi momento con il solo limite di un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. I posti non sono numerati.

Casella di testo: Casella di testo: Agiscuola Emilia Romagna
Il cinema incontra la scuola

Proiezioni mattutine per le classi scolastiche
Per saperne di più clicca

qui

Casella di testo: Do you speak english?
V. O.
Versione originale
 Proiezione film in lingua originale
(con sottotitoli 
in italiano)


Lun. 16/09 
Ore 21,00
IT CHAPTER 2
(It Capitolo 2)
Casella di testo: Parlez vous francais?
Casella di testo: Hablar espanol?
Casella di testo: Sie sprechen Deutch?

Dal  18 settembre al cinema